Survival International a difesa della foresta Amazzonica

Mercoledì
00:52:48
Dicembre
16 2009

Survival International a difesa della foresta Amazzonica

Ultime da: " 24 ore NO STOP per la foresta Amazzonica"

View 140.5K

word 532 read time 2 minutes, 39 Seconds

In concomitanza con il vertice sui cambiamenti climatici in corso a Copenhagen dal 7 al 18 dicembre 2009, è nato in tutto il mondo un movimento spontaneo in difesa della foresta amazzonica ispirato al pensiero di Marcia Theophilo, poetessa e antropologa, candidata al premio nobel per la letteratura, e promosso da UNITED STATES OF THE WORLD.

l’evento "24 ore NO STOP per la foresta Amazzonica", si prefigge di sensibilizzare l’opinione pubblica sui terribili effetti della deforestazione amazzonica attraverso una straordinaria maratona internet da realizzare per 24 ore tra il 16 e il 17 dicembre 2009.

Tutti sono invitati a partecipare pubblicando informazioni, foto o video sull’Amazzonia sulla propria bacheca Facebook, Network o Blog, e promuovendo l’evento tra amici e fan.

Anche Survival International ha aderito all’iniziativa per sostenere la difficile lotta che i popoli indigeni amazzonici ' circa 1 milione di persone ' stanno conducendo per difendere la loro casa ancestrale e le loro vite.

l’Amazzonia è la più grande foresta pluviale del mondo, un enorme bacino idrografico grande quasi 7 milioni di kmq e solcato da migliaia di fiumi. Si estende in nove stati ma il 60% si trova all’interno dei confini del Brasile.

'Contrariamente a quanto si pensa' ha commentato Francesca Casella, direttrice di Survival Italia,'l’Amazzonia non è una terra selvaggia e inesplorata, bensì la casa ancestrale di circa 1 milione di Indiani. Sono divisi in 400 tribù diverse, ognuna delle quali ha la sua lingua, la sua cultura e il suo territorio. Molti di loro sono in contatto con il mondo esterno da più di 500 anni. Altri invece, le tribù 'incontattatè, non hanno mai avuto rapporti con le società che li circondano. Sono proprio loro alcuni dei popoli più vulnerabili e minacciati del Pianeta.'

Survival conduce da anni molte campagne per aiutare gli Indiani amazzonici a difendere le loro terre e le loro risorse da governi e società determinati a impadronirsene ad ogni costo. In passato, oggetti del desiderio erano l’oro, la gomma e il legno. Oggi, le minacce più gravi sono legate al boom del petrolio, alle prospezioni di gas nell’Amazzonia orientale, al taglio illegale della foresta e alla rapida espansione dell’allevamento e delle imprese agricole.

Per questo, ancora oggi, cinque secoli dopo l’arrivo dei primi Europei in Amazzonia, moltissimi Indiani continuano a morire per mano degli invasori e interi popoli devono affrontare ogni giorno la minaccia dell’annientamento. Gli unici 5 Akuntsu sopravvissuti hanno assistito al massacro del loro intero popolo da parte degli allevatori. Mentre i due terzi del popolo nomade dei Nukak, in Colombia, sono morti in soli vent'anni di contatto.

Partecipa all’evento e sostieni le campagne più urgenti di Survival per i popoli amazzonici:

Difendi la terra delle tribù isolate del Perù dai disboscatori e dalle compagnie petrolifere
Aiuta gli Enawene Nawe a proteggere la loro foresta dagli allevatori e dai coltivatori di soia:
Diffondi il dossier speciale di Survival La verità più scomoda di tutte. Cambiamenti climatici e popoli indigeni

Firma la petizione per la ratifica da parte dell’Italia della Convenzione ILO 169 e guarda e promuovi il bel video sul tema:
-

Scarica la newsletter Amazzonia di Survival

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Survival...mazzonica